"Guarda l'Italia che bella, sembra inventata": 3 settimane memorabili nella mia Italia!

Ieri sono rientrato negli Stati Uniti, dopo aver trascorso tre bellissime settimane in Italia, con la mia famiglia, vecchi amici, ma ho anche fatto nuove amicizie e non sono mancati dei veri e propri regali che mi hanno letteralmente sorpreso :)

 
Arrivato il 9 Marzo. Senza dire niente a nessuno. La mia famiglia ignara del mio viaggio. Volevo fare una sorpresa a tutti. Ma come fare, senza la chiave del portone e della porta di casa? Ho pensato di rispondere al citofono come sempre ho fatto: "Sono io, ma(mma)!". Ha funzionato :D Mia mamma mi ha aperto il portone e la porta senza neanche chiedere chi fosse ahahahaha
 
Entrato nel portone, ho preparato la videocamera del mio cellulare e sono salito su. Quando ho spalancato lentamente la porta di casa, la luce della sala mi ha fatto capire che mia mamma era seduta al tavolo. Quindi, sono entrato e questo è ciò che è successo :D
 
 
Missione Compiuta! :D
 
Ma la vera sorpresa volevo farla a mia sorella Maura, il vero motivo per cui tornavo era la sua imminente LAUREA! Dopo anni di studio e sacrifici mi sembrava il minimo doverci essere e volevo esserci! Il giorno dopo ho telefonato a Maura dal telefono di mia mamma e quando Maura ha risposto "Mamminaaa!" ahahahaha (stavo già schiattando dal ridere) ho atteso qualche secondo prima di dire "Non sono mammina!" e lei "FLAAAAAVIOOOOOOOOOO" ahahahaha 
 
Missione 2 Compiuta!
 
Il 16 Marzo è stato il giorno della Laurea. Ero più in tensione di lei. Sembrava dovessi discuterla io. Maura, senza esitazione alcuna, ci ha trasportati nel suo mondo farmacologico: fra NASDAQ, STAT3, STAT4 e STATTbbuon, non ci ho capito niente di niente ahahahaha Ma alla fine la commozione si è fatta sentire davvero e potete guardare perchè:
 
 
La vita di Maura è indivisibile da quella di Mango. Come la mia d'altronde. E il non aspettarmi quella foto è stato come ricevere un secchio d'acqua fredda all'improvviso. Era come se Pino fosse lì, a gioire con noi di quel momento, e come avrebbe voluto esserci! Attimo davvero indimenticabile! <3
 
Poi è il momento della festa. In cui ho scoperto che Maura non ha una serie di amici, ma un prolungamento ben saldo della famiglia: ho conosciuto persone meravigliose, che non avevo mai visto prima, con cui mi sono sentito a mio agio subito e questo perchè non c'è la paura di esternare le proprie emozioni e i propri sentimenti. Oggi è difficile incontrare e sentire un "Sono qui perchè Ti Voglio Bene" dalla bocca ma soprattutto dal cuore di una persona. Erano più di 60, la maggior parte fans di Mango e, vederli insieme, per festeggiare un momento unico, è stato emozionante. Poi si fanno sempre incontri belli...

"Non me somiglia pe' niente" - Orgoglioso di te, sorellina <3
 
Il Sabato prima ricevo la telefonata di un amico che mi chiede di fare delle foto esclusive per un'intervista. Vado nel panico: sono in Italia e non ho portato con me niente di elegante. Per fortuna ho "Inna" con me, la mia chitarra fatta da Camillo Perrella. Pragmatico come sono, mi organizzo: scelgo Napoli come scenografia per le foto e Francesco Morgillo che, quando mette mano alla macchina fotografica, è come Camillo con lo scalpello sul legno: semplicemente perfetto! 
 
Resto a Napoli. Faccio un salto con Maura a Salerno, per ascoltare i REI MOMO, una giovane band che non solo fa Musica, ma crede in ciò che fa e lo fa nel migliore dei modi. E finalmente ci siamo conosciuti! 
 
Il picco emotivo è stato andare a fare visita a Laura Valente e famiglia, a Lagonegro. Prima passiamo al cimitero. No comment. Silenzio. Ricordi. Lo ripeto: il mondo è meno bello da quando non ci sei più, Pino <3
Laura è una donna davvero forte, mi ha sorpreso vederla di buon umore. Entrato in casa Mango, confesso che sono andato alla ricerca di lui. Quasi sempre nascosto, vicino il balcone, aspettava che lo vedessi per farmi quel sorriso che non dimenticherò mai. E che questa volta non mi ha fatto. Immaginarlo e ricordarlo lì è stato indescrivibile. Dove sei, Pino? :(
 
Laura fa un regalone a Maura, Nello e Anna: mostra loro lo studio di Pino, dove ero già stato. Emozione alle stelle. Ma quando Angelina, 13 anni, si siede al pianoforte del suò papà e ci canta due canzoni, ad occhi chiusi, assistiamo a qualcosa di unico. Lacrime: sembrava di vedere te, Pino, in una forma perfezionata. Prendete nota: Angelina non diventerà qualcuno, lo è già. Ed io non la perderò più di vista.

Città di Lagonegro.

Prendiamo fiato.
 
Camillo Perrella, il liutaio che ha costruito tutti gli strumenti su cui ho suonato, chitarre classiche, flamenche e acustiche, ha terminato un nuovo strumento: "Jennifer" è la più bella chitarra che Camillo abbia costruito! Questo video è stato registrato subito dopo aver montato le corde, intorno alla 23. Silenzio assoluto. Emozione assoluta. Manca ancora il guscio e la completa verniciatura, poi "Jennifer" sarà pronta per una nuova serie di avventure insieme.
 
 
Giovedì, ore 20. Una telefonata mi sorprende. Ma ve ne parlerò più in là. Ora a lavoro! Ho ancora l'adrenalina a palla! :)
Flavio.
PS: Non perdetevi il mio Concerto Online, Domenica 19 Aprile, ore 9 italiane su https://www.concertwindow.com/flaviosalaguitar E' gratuito!

 
#FlavioSala #Napoli #Mango #PinoMango #Laurea #CamilloPerrella #Musica #Guitar #Chitarra #Jennifer #Inna #StatiUniti #Amici

Leave a comment

    Add comment